Vai ai contenuti

Le news sui nostri Progetti

Albania   
"Centro Educativo Gianluca Felici"

E’ iniziato un altro anno scolastico nel nostro Centro Educativo Gianluca Felici.
I bambini sono tanti e pieni di entusiasmo. Il nuovo vescovo, Monsignor Simone Kulli, come faceva negli anni passati da parroco, ci è stato sempre molto vicino e ha voluto presenziare sempre alle nostre iniziative. I bambini che hanno frequentato il Centro sono stati trenta. Ognuno di loro è speciale ed è per noi una grande soddisfazione sapere che abbiamo già formato generazioni di piccoli uomini e donne che mai dimenticheranno gli anni spensierati della scuola dell’Infanzia nel Centro “Gianluca Felici” dove hanno trovato un ambiente accogliente, maestre preparate, tanto amore e soprattutto i giocattoli che a casa non avevano mai visto e i giochi in giardino: scivoli, altalene, birilli, palloni, corde per saltare, racchette, cerchi, giostrine che non si trovano in nessun posto dei dintorni. Continuiamo a sostenere con gioia il Centro Educativo, ci fa comunque piacere apprendere che le condizioni economiche della popolazione di Vau Dejes sono migliorate, per cui la scuola ha potuto chiedere un piccolo contributo anche alle famiglie degli alunni.

Clicca per i dettagli

Brasile
"Porta Aperta"



Il Sogno di Mons. Tommaso Cascianelli è ora realizzato. Un’altra perla scintillante nella corona del  nostro rosario doloroso.
Mancano ancora piccole rifiniture come dipingere sul muro di cinta della Casa il logo della nostra Associazione che il vescovo ci tiene tanto a far risaltare e i ragazzi si prodigano con impegno a realizzarlo.
Quando ci è arrivata questa foto, Franco ed io abbiamo pensato: se Gianluca non fosse andato in Cielo, quante opere per i giovani sarebbero mancate…non solo in Brasile, ma anche in Albania, in Camerun e in Congo.
Trasformare il Vangelo in “fatti” e andare avanti affidandoci alla Divina Provvidenza non era nei nostri progetti! Un gesto di carità, una tantum, per mettersi in pace con la coscienza e tutto era ok. Poi arriva una foto, gli occhi si imperlano di lacrime e, per una frazione di secondo, credi di comprendere un po’ i disegni di Dio…
Dopo quattro anni di sacrifici, grazie alla Divina Provvidenza che ci accompagna sempre, è ultimato il Centro di Formazione in cui accogliere i ragazzi per preservarli dai pericoli della strada e dare loro le competenze necessarie per assicurarsi un sereno futuro...
La struttura completamente arredata con il mobilio e gli utensili generosamente offerti da tanti di Voi, apre le sue aule allestite per il recupero scolastico e lo studio delle lingue, per apprendere l’uso del computer, per studiare musica e composizione; la palestra per la ginnastica e la danza, attività insite nel DNA dei brasiliani, sono pronte,  come pure i docenti, insegnanti del posto che si sono offerti di prestare volontariamente la loro opera. E chi non avrà voglia di studiare si occuperà dell’orto: imparerà a fare l’agricoltore…
Un’altra pagina della nostra storia che abbiamo scritto insieme a VOI carissimi amici e sostenitori  unendo le nostre forze. Grazie per il vostro sostegno, perché ci siete sempre, perché ci date forza e coraggio per andare avanti. Grazie, perché senza di voi avremmo fatto ben poco… Grazie al Signore che si è servito ancora del nostro e Vostro aiuto per realizzare un’opera importante per i Suoi figli meno fortunati…


Congo   
"Maternità - Centro Nutrizionale - Sorriso - Sostegno scolastico - Un pasto al giorno"

In un clima ora più che mai difficile e di continue tensioni, operano con instancabile impegno e totale dedizione le Suore della Famiglia del Sacro Cuore di Gesù, presenti in diverse missioni del Congo.
L’associazione Gianluca Felici sostiene da diverso tempo alcuni dei loro progetti finalizzati a migliorare la qualità della vita della gente locale.
Per ragguagliare anche voi sulla drammaticità degli eventi che stanno accadendo nella Repubblica Democratica del Congo, abbiamo cercato di riassumere le notizie fin qui giunte e vi invitiamo a leggere quello che sta succedendo.
Anche Papa Francesco, nell’’Angelus domenicale dell’11 febbraio, ha esortato tutti, cristiani e non, ad una giornata di preghiera e digiuno per la pace nel mondo, in particolare per la Repubblica Democratica del Congo il 23 febbraio, venerdì di quaresima.

Torna ai contenuti